FRANCO ALBERTO CUCCHINI terrà un Workshop di Casting, al Centro Studi Acting! Un’occasione da non perdere!

Franco Alberto Cucchini, Casting Director di innumerevoli serie Tv, Spot, Film (fra i quali: OLTRE di Giuseppe Celesia, RAZZA BASTARDA di Alessandro Gassman, ERASMUS di Alberto Ferrari, JIHAD di Egidio Eronico, COME FRATELLI di Luciano Luminelli, IL GIUDICE MASTRANGELO [serie tv] di Enrico Oldoini, LA FRECCIA NERA [serie tv] di Fabrizio Costa, e spot come Danacol, Bauli, Tavernello) sarà con noi per un workshop in tre step, un sabato al mese da Gennaio a Marzo 2019 per un percorso attoriale con la telecamera!

Il workshop sarà strutturato in tre fasi durante le quali Franco Alberto Cucchini accompagnerà gli attori e gli allievi attori a capire i linguaggi della telecamera, e a sperimentare tutti i passaggi necessari per superare le resistenze e i timori che spesso la telecamera produce, favorendo un approccio più vivo, libero ed espressivo.

Nel corso del workshop agli attori verranno assegnati dei ruoli e scene scelti dal casting Director sulla base delle peculiarità di ognuno.

Il workshop è a numero chiuso.

Il costo per i tre giorni di workshop è di €220

Offerta di Natale!

CHI SI ISCRIVE ENTRO IL 6 GENNAIO 2019, AVRA’ UNO SCONTO DEL 15%

ORARI E GIORNI:

Sabato 26 gennaio, Sabato 23 febbraio, Sabato 23 marzo. h.10.30/18.00

INFO E PRENOTAZIONI:

info@centrostudiacting.it

WhatsApp o sms: +39 3392542209

Il Casting director è la figura che si occupa di coordinare il casting ovvero il lavoro di ricerca e selezione degli attori più adeguati a interpretare i personaggi presenti nella sceneggiatura e insieme al regista e al produttore, è coinvolto nelle scelte finali che portano alla composizione del casting del progetto. Il Casting director deve conoscere la formazione artistica e il curriculum vitae di una grandissima quantità di attori, noti e meno noti: per questo deve avere continui contatti diretti con gli attori stessi e con le scuole e accademie di recitazione, i teatri e tutte le agenzie di attori.” F. A. Cucchini